Commenti

 

Il 2017 è stato quasi interamente dedicato alla "Checklist della flora vascolare di Monte Mauro" , un lavoro enorme che però ha dato buoni risultati, nel 2018 i dati saranno pubblicati, nel frattempo qualche anticipazione

Il 2016 si è chiuso con risultati interessanti, specie nuove e conferme anche per un territorio già ampiamente batturo come la zone di Monte Mauro. Di particolare rilievo è stata poi la disponibilità e collaborazione dimostrata da molti

Marzo 2016: in linea generale si può dire che i lavori procedono, ma per arrivare ad un risultato quantomeno accettabile serviranno ancora anni. In particolare la parte imolese è scarsa di dati  storici, bibliografici ed attuali.

Nel 2016 seguendo il progetto per l'Istituto Italiano di Speleologia avrò parecchi dati sulla zona del Mauro/Basino. Negli anni successivi mi sposterò verso l'Imolese.

 

Qualche esempio:

 

Esotiche

 

Ovviamente le esotiche sono fra le specie che necessitano di maggiore attenzione. In questi ultimi tempi sono giunte nel nostro territorio molte entità alloctone ed i dati bibliografici si dimostrano poco aggiornati a riguardo. Tali informazioni sono importanti anche dal punto di vista gestionale poiché vi sono alcuni casi di esotiche invasive che possono creare seri problemi alla biodiversità.

 

Qualche esempio:

 

Flora urbana

 

Molto interessante si sta rivelando la flora urbana, in particolare quella dei piccoli paesi costruiti su gesso; ovvero Brisighella, Borgo Rivola, Tossignano. Il complesso di organismi vegetali strettamente sinantropici che dimostrano la capacità di adattarsi in questo particolare tipo di ambiente mostra alcune peculiarità di valore

 

Qualche esempio:

 

Novità

 

Non mancano certo le novità. Esotiche a parte, si assiste all'arrivo di specie autoctone, prevalentemente termofile che stanno espandendo il loro areale. Inoltre l'esplorazione più attenta del territorio e l'approfondita analisi floristica hanno già evidenziato alcuni taxa sinora sfuggiti

 

Qualche esempio:

 

Rare o protette

 

E' altresì interessante controllare censire e monitorare la consistenza delle specie rare o protette. Ovviamente nei casi più interessanti non verranno  indicate le località esatte, ma solo i quadranti. In Particolare nel 2016 per la Bellevalia webbiana ho svolto un primo censimento approfondito nell'area di studio individuando varie decine di stazioni con alcune centinaia di piante complessive

 

Qualche esempio:

 

Flora Romagnola

 

I dati raccolti entreranno nel Database relativo al progetto per la redazione di un Atlante corologico della Flora della Romagna Zangheriana. Il progetto è nato nel 2016 anche col mio contributo

Per saperne di più visite le pagine della Flora Romagnola